Vita dei Cesari II (Augusto) - Gaio Svetonio Tranquillo Vita dei Cesari II (Augusto), 39

Vita dei Cesari II (Augusto), 39

Gaio Svetonio Tranquillo

Testo in lingua originale

[39] Impetratisque a senatu decem adiutoribus unum quemque equitum rationem vitae reddere coegit atque ex improbatis alios poena, alios ignominia notavit, plures admonitione, sed varia. Lenissimum genus admonitionis fuit traditio coram pugillarium, quos taciti et ibidem statim legerent; notavitque aliquos, quod pecunias levioribus usuris mutuati graviore faenore collocassent.

Traduzione

39 Con la collaborazione di dieci aiutanti, che si era fatti dare dal Senato, obblig? ciascun cavaliere a rendergli conto della sua condotta e ai colpevoli inflisse ora una pena, ora una nota di biasimo, ma per lo pi? una ammonizione, presentata in varie maniere. Il tipo pi? lieve di ammonizione consisteva nella consegna diretta di una nota che essi dovevano leggere a bassa voce e subito sul posto. Ad alcuni invi? note d'infamia perch? avevano prestato a tasso d'usura somme che avevano avuto a basso interesse.



Indice dell'opera

Altre opere di Gaio Svetonio Tranquillo

Fonte www.progettovidio.it.
Se non diversamente specificato, i contenuti di quest'opera sono coperti da Licenza Creative Commons CC BY 3.0.

Hai riscontrato una incorrettezza? Segnala all'indirizzo: info@wearestudents.it