Vita dei Cesari II (Augusto) - Gaio Svetonio Tranquillo Vita dei Cesari II (Augusto), 60

Vita dei Cesari II (Augusto), 60

Gaio Svetonio Tranquillo

Testo in lingua originale

[60] Reges amici atque socii et singuli in suo quisque regno Caesareas urbes condiderunt et cuncti simul aedem Iovis Olympii Athenis antiquitus incohatam perficere communi sumptu destinaverunt Genioque eius dedicare; ac saepe regnis relictis non Romae modo sed et provincias peragranti cotidiana officia togati ac sine regio insigni more clientium praestiterunt.

Traduzione

60 I re amici e alleati, ciascuno nel suo regno, fondarono citt? con il nome di Cesarea e tutti insieme decisero di portare a termine, a spese comuni, il tempio di Giove Olimpio, incominciato secoli prima, e di dedicarlo al Genio di Augusto; spesso, lasciati i loro regni, venivano ogni giorno a rendergli omaggio, non solo a Roma, ma anche durante i suoi viaggi in provincia, e ci? indossando la sola toga, senza le insegne regali, come semplici clienti.



Indice dell'opera

Altre opere di Gaio Svetonio Tranquillo

Fonte www.progettovidio.it.
Se non diversamente specificato, i contenuti di quest'opera sono coperti da Licenza Creative Commons CC BY 3.0.

Hai riscontrato una incorrettezza? Segnala all'indirizzo: info@wearestudents.it