Vita dei Cesari II (Augusto) - Gaio Svetonio Tranquillo Vita dei Cesari II (Augusto), 93

Vita dei Cesari II (Augusto), 93

Gaio Svetonio Tranquillo

Testo in lingua originale

[93] Peregrinarum caerimoniarum sicut veteres ac praeceptas reverentissime coluit, ita ceteras contemptui habuit. Namque Athenis initiatus, cum postea Romae pro tribunali de privilegio sacerdotum Atticae Cereris cognosceret et quaedam secretiora proponerentur, dimisso consilio et corona circum stantium solus audiit disceptantes. At contra non modo in peragranda Aegypto paulo deflectere ad visendum Apin supersedit, sed et Gaium nepotem, quod Iudaeam praetervehens apud Hierosolyma non supplicasset, conlaudavit.

Traduzione

93 Ebbe il massimo rispetto per i culti stranieri, ma solo per quelli che erano stati consacrati dal tempo, tutti gli altri li disprezz?. Cos?, ricevuta l'iniziazione ad Atene, quando in seguito a Roma, davanti al suo tribunale si tratt? di una questione relativa al privilegio dei sacerdoti della Cerere Ateniese e si cominci? a svelare alcuni segreti, egli conged? il consiglio dei giudici e tutti gli assistenti e da solo segu? il dibattito. Al contrario, quando visit? l'Egitto si guard? bene dal fare la minima deviazione per andare a vedere il bue Api, e lod? vivamente suo nipote Gaio perch?, attraversando la Giudea non era andato ad offrire sacrifici a Gerusalemme



Indice dell'opera

Altre opere di Gaio Svetonio Tranquillo

Fonte www.progettovidio.it.
Se non diversamente specificato, i contenuti di quest'opera sono coperti da Licenza Creative Commons CC BY 3.0.

Hai riscontrato una incorrettezza? Segnala all'indirizzo: info@wearestudents.it