Contro Vatinio  - Marco Tullio Cicerone Contro Vatinio ,  12

Contro Vatinio , 12

Marco Tullio Cicerone

Testo in lingua originale

[12] in eo magistratu cum tibi magno clamore aquaria provincia sorte obtigisset, missusne sis a me consule Puteolos, ut inde aurum exportari argentumque prohiberes? in eo negotio cum te non custodem ad continendas, sed portitorem ad partiendas mercis missum putares, cumque omnium domos, apothecas, navis furacissime scrutarere, hominesque negoti gerentis iudiciis iniquissimis inretires, mercatores e navi egredientis terreres, conscendentis morarere, teneasne memoria tibi in conventu Puteolis manus esse adlatas, ad me consulem querelas Puteolanorum esse delatas? post quaesturam exierisne legatus in ulteriorem Hispaniam C. Cosconio pro consule? cum illud iter Hispaniense pedibus fere confici soleat, aut, si qui navigare velit, certa sit ratio navigandi, venerisne in Sardiniam atque inde in Africam? fuerisne, quod sine senatus consulto tibi facere non licuit, in regno Hiempsalis, fuerisne in regno Mastanesosi, venerisne ad fretum per Mauretaniam? quem scias umquam legatum Hispaniensem istis itineribus in illam provinciam pervenisse?

Traduzione

12 Durante quella magistratura ti tocc? di sovrintendere al controllo delle acque costiere e la cosa suscit? grande scalpore; era l'anno del mio consolato: rammenti che ti inviai a Pozzuoli perch? impedissi l'esportazione di oro e argento dalla citt?? Ebbene: forte di quell'incarico, equivocasti sul significato della tua missione, credendo di essere stato mandato non per custodire le merci, ma per appropriartene quasi fossi un doganiere; e cos?, come il pi? scaltro dei ladri, rovistavi nelle case, nei magazzini, nelle stive delle navi; attiravi nella tua rete chi era dedito agli affari per poi trascinarlo in tribunale, accusato ingiustamente; vessavi con intimidazioni i mercanti appena sbarcati e impedivi ad altri di salire sulle navi. Ma ti ricordi che gli abitanti di Pozzuoli, durante un'assemblea, prima ti hanno conciato per le feste, poi mi hanno sepolto di lettere di protesta, visto che il console ero io? E, dopo la questura, non ti trasferisti come legato nella Spagna Ulteriore al seguito del proconsole Caio Cosconio? Il viaggio per la Spagna di solito si fa via terra e se uno proprio vuole navigare, deve seguire una rotta ben precisa: tu non passasti prima in Sardegna e da l? in Africa? Non ti sei fermato nel regno di Iempsale, contravvenendo cos? a una specifica disposizione del senato? E in quello di Mastanesoso? Non sei addirittura giunto allo stretto, passando per la Mauritania? Sai se per caso qualche altro legato destinato alla Spagna sia mai giunto in quella provincia seguendo un itinerario come il tuo?



Indice dell'opera

Altre opere di Marco Tullio Cicerone

Fonte www.progettovidio.it.
Se non diversamente specificato, i contenuti di quest'opera sono coperti da Licenza Creative Commons CC BY 3.0.

Hai riscontrato una incorrettezza? Segnala all'indirizzo: info@wearestudents.it