Contro Vatinio  - Marco Tullio Cicerone Contro Vatinio ,  25

Contro Vatinio , 25

Marco Tullio Cicerone

Testo in lingua originale

[25] L. Domitium, cuius dignitas et splendor praestringebat, credo, oculos Vatini,?quem tu propter commune odium in bonos oderas, in posterum autem, propter omnium spem quae de illo est atque erat, ante aliquanto timebas, L. Lentulum, hunc iudicem nostrum, flaminem Martialem, quod erat eo tempore Gabini tui competitor, eiusdem Vetti indicio opprimere voluisti: qui si tum illam labem pestemque vicisset, quod ei tuo scelere non licuit, res publica victa non esset. huius etiam filium eodem indicio et crimine ad patris interitum adgregare voluisti: L. Paulum, qui tum quaestor Macedoniam obtinebat, quem civem, quem virum! qui duo nefarios patriae proditores, domesticos hostis, legibus exterminarat, hominem ad conservandam rem publicam natum, in idem Vetti indicium atque in eundem hunc numerum congregasti.

Traduzione

25 e poi Lucio Domizio, che ricopriva una posizione talmente splendida da abbagliare, credo, la vista di Vatinio: tu lo odiavi perch? odiavi tutte le persone oneste, ma, quando si rafforz? la speranza di riscatto che nutrivamo e nutriamo ancora in lui, il tuo odio si trasform? in paura ed incertezza per il futuro; Lucio Lentulo, uno dei giudici qui presenti, flamine di Marte: a quei tempi contendeva la carica di console al tuo amato Gabinio e tu, grazie a una soffiata di Vettio, la spia, lo hai rovinato: se non fosse stato per la tua scelleratezza che glielo ha impedito, allora ce l'avrebbe fatta a debellare quel flagello pestilenziale e lo Stato ne sarebbe uscito in piedi. E ancora, sull'onda di quella delazione e del tuo crimine, hai voluto unire il figlio al padre nella morte. Inoltre, hai fatto rientrare nella falsa testimonianza di Vettio e nel numero dei condannati Lucio Paolo, a quei tempi questore in Macedonia: che esempio per tutti di uomo e cittadino! Lui che, nato per salvaguardare il sistema repubblicano, con la semplice applicazione delle leggi preposte aveva bandito due infami traditori della patria, nemici in casa nostra!



Indice dell'opera

Altre opere di Marco Tullio Cicerone

Fonte www.progettovidio.it.
Se non diversamente specificato, i contenuti di quest'opera sono coperti da Licenza Creative Commons CC BY 3.0.

Hai riscontrato una incorrettezza? Segnala all'indirizzo: info@wearestudents.it